Giovedì 23 maggio 2024 il progetto BiodiverSO Karpos ha partecipato all’evento “Esperienze di Comunità. Coltivare e vivere gli orti peri-urbani di Ostuni”, organizzato dal partner Bio Solequo coop e dal Comune di Ostuni in collaborazione con Slow Food, CIHEAM e ATS BI-HORTUS.
Durante la mattinata si è tenuto un tavolo di co-progettazione sugli orti, sotto la guida di Tommaso Giorgino, dottore forestale, a cui ha partecipato anche il Prof. Donato Coppola. In tarda mattinata c’è stata anche la visita di Sabrina Giannini, giornalista e conduttrice del programma “Indovina chi viene a Cena”, in onda su RAI 3. La stessa si è dimostrata molto interessata al lavoro di recupero degli orti di Ostuni e della Biodiversità orticola.
Nel pomeriggio si è svolto un convegno che si è aperto con i saluti del sindaco di Ostuni e del dirigente scolastico dell’Istituto tecnico “Pantanelli”, sede del convegno. A seguire, gli interventi istituzionali di Patrizia Pugliese (CIHEAM Bari), Marcello Longo (Slow Food Puglia), Bonaventura Cucci e Gianfranco Ciola (GAL Alto Salento 2020), Carlo Murer (Mountain Partnership - FAO online), Maritè Cuonzo e Antonella Musicco (Sez. Politiche abitative, Regione Puglia).
La seconda parte del convegno è stata ricca di interventi, tra cui la storia degli orti peri-urbani di Ostuni, a cura di Enza Aurisicchio (Italia Nostra), l’esperienza di Comunità Slow Food Agricoltura Sociale del Vesuvio, a cura di Mario Riccardi, le testimonianze di alcuni assegnatari degli orti peri-urbani di Ostuni, la certificazione di gruppo in agricoltura biologica, a cura di Matteo Manna (ICEA).
La relazione del progetto BiodiverSO Karpos ha permesso di illustrate le attività ed i risultati ottenuti dal progetto, ponendo le basi per future attività volte alla valorizzazione delle varietà locali pugliesi di specie orticole fa frutto, come ad esempio la Melanzana violetta di Ostuni.
Durante il dibattito conclusivo è emersa l’esigenza di formalizzare un gruppo di lavoro allargato e la volontà di costituire un soggetto giuridico, come ATS, con la finalità di valorizzare gli orti peri-urbani di Ostuni non soltanto da un punto di vista agricolo, ma considerando anche il potenziale archeologico e paesaggistico.
Al termine del convegno, ai partecipanti sono state distribuiti gratuitamente delle piantine di varietà locali di ortaggi prodotto dall’Istituto Pantanelli nell’ambito del progetto BiodiverSO Karpos.

Specie

Melanzana

Condividi questa pagina