Luglio 2023. Siamo a San Nicandro Garganico (S.N.G.), provincia di Foggia, una cittadina dell’entroterra garganico che sorge sulla cima di alcune colline tra il lago di Lesina e il lago di Varano, il cui territorio si estende fino al mare Adriatico (frazione Torre Mileto), dove a tutt’oggi viene coltivato il pomodoro ‘Cascavilla’.

Siamo partiti da una segnalazione che ci è giunta da un appassionato di orticole autoctone sannicandresi, di ricette e cucina, e di tutte le tradizioni del suo paese (tanto da curare il gruppo chiuso su piattaforma Facebook "C'era una volta San Nicandro......ricordi d'infanzia"), il Sig. Vincenzo Flena (fig. 1), classe 1959.

Vincenzo possiede un appezzamento di famiglia, che ricade nel comune di S.N.G., ma molto prossimo al territorio comunale di Lesina, poco distante dalla "Sacca Orientale" della Riserva Naturale Statale Lago di Lesina, terreni bonificati nei primi decenni del ‘900 utilizzati un tempo in gran parte per le colture orticole. 

In questo appezzamento Vincenzo Flena coltiva "da sempre" il pomodoro ‘A foglia di patata’ (fig. 2), mentre da circa dieci anni il pomodoro ‘Cascavilla’ (fig. 3), i cui semi sono stati ottenuti da un "passamano di boccaccio" tra appassionati di cucina e di coltivazione di ortaggi, che ci ha ricondotto al Dott. Torella (classe 1945), concittadino del Sig. Flena.

In relazione a queste due varietà Vincenzo ha premura nel sottolineare le differenze sia nella morfologia delle foglie che delle bacche (figg. 4, 5).

Il pomodoro 'A foglia di patata’ è stato segnalato e descritto nel 2016 dal Dipartimento DAFNE (ex SAFE) dell’UNIFG, nella precedente edizione del Progetto BiodiverSO; la sua denominazione deriva dalla morfologia della foglia che presenta le singole foglioline piuttosto espanse, simili a quelle della pianta di patata (fig. 6). Oggi continuiamo a ritrovarlo negli orti di appassionati nei paesi costieri garganici (Peschici, Vieste). Ha una bacca simile a quella del pomodoro ‘Cascavilla’, e spesso si incorre in errore e/o confusione. 

Le similarità sono attribuibili alla dimensione e forma (sezione longitudinale piriforme con sezione trasversale arrotondata), al colore (rosso intenso a maturazione) e alla destinazione d’uso delle bacche (per la trasformazione industriale in passata di pomodoro, ma anche per consumo fresco).

La caratteristica distintiva della bacca del pomodoro 'Cascavilla’ è rappresentata da una leggera costolatura della bacca (fig. 7), così come ribadito da Vincenzo.

Ora occorrerà cercare di rintracciare ed intervistare il Dott. Torella e risalire, per mera curiosità, all’origine del nome, considerato che ‘Cascavilla’ è un cognome specifico del foggiano.

Specie

Pomodoro

Condividi questa pagina